bedandbreakfast.place, il posto dei B&B in Italiabedandbreakfast.place, il posto dei B&B in ItaliaQUI IL TUO B&B GRATIS
Cosa vedere a Napoli: 10 cose da fare in un giorno a Napoli
  1. Home
  2. »
  3. Blog Vacanze
  4. »
  5. Campania
  6. »
  7. Napoli
  8. »
  9. Cosa vedere a Napoli: 10 cose da fare in un giorno a Napoli

Cosa vedere a Napoli: 10 cose da fare in un giorno a Napoli

Napoli è una delle città più importanti d'Italia, una città dalle tante sfaccettature: affascinante, misteriosa, intrigante, caotica, passionale e contradditoria, una città moderna, ma al tempo stessa saldamente legata alle tradizioni, una città ricca di arte e storia che risplende attraverso i tanti musei, castelli e chiese visitati ogni anno da milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Attraverso un itinerario a piedi di circa 6 km che attraversa il centro storico di Napoli, dall'entroterra verso il lungomare, alla scoperta di 10 tra le più importanti attrazioni del capoluogo campano, tra cui il famoso Duomo di Napoli, la Spaccanapoli, il Maschio Angioino, la Napoli sotterranea e la Piazza del Plebiscito, si cercherà in un solo giorno di far cogliere l'essenza, le tradizioni e la storia di Napoli. Per chi ha più tempo e desiderasse visitare tutti i musei incontrati lungo il percorso è utile pensare a dove dormire a Napoli.

  1. Duomo di Napoli e Tesoro di San Gennaro

    Il nostro viaggio parte dal Duomo di Napoli o Cattedrale di Santa Maria Assunta, raggiungibile in 20 minuti a piedi o con mezzi pubblici dalla Stazione di Napoli Centrale. Il duomo sorge in pieno centro storico in Via del Duomo tra 2 cappelle adiacenti: la Basilica di Santa Restituta che custodisce il battistero di San Giovanni in Fonte e la Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro che conserva le relique del santo patrono della città. La cattedrale è importante dal punto di vista artistico per essere una delle più grandi chiese cittadine con sovrapposizione di stili gotico, rinascimentale, barocco e neogotico e dal punto di vista culturale per essere sede 3 volte all'anno del miracolo di San Gennaro che vedrebbe la liquefazione del sangue del patrono cittadino.

    vedere Duomo di Milano
    Cosa vedere a Napoli: Duomo di Napoli

    Dal 2003, la cappella intitolata al santo ospita il Museo del Tesoro di San Gennaro che su una superficie di 700 mq espone opere d'arte legati alla storia della cattedrale, quali gioielli, busti, dipinti, argenti, statue, tessuti. Secondo alcuni esperti il tesoro di San Gennaro sarebbe più ricco di quello della regina d'Inghilterra e dello zar di Russia. Via del Duomo è anche la più importante antica via cittadina, infatti incrocia i tre decumani principali: il decumano maggiore che si estende da Piazza Bellini a Castel Capuano, quello superiore che si sviluppa tra Via della Sapienza a Via Santa Sofia e quello inferiore noto anche come Spaccanapoli.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino Duomo di Napoli.

  2. Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore

    Il Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore è costituito dalla Basilica, il Museo dell'Opera e dagli scavi archeologici al di sotto della basilica. L'attrazione è situata in Piazza San Gaetano, a soli 300 m dal Duomo di Napoli, lungo Via dei Tribunali che fa parte del decumano maggiore che Via del Duomo incrocia a sud del duomo stesso, sulla destra. In Via dei Tribunali, subito sulla destra, si può ammirare anche Piazza e Chiesa dei Gerolamini.

    visitare Galleria Vittorio Emanuele II di Milano
    Cosa vedere a Napoli: Scavi di San Lorenzo Maggiore

    La Basilica di San Lorenzo Maggiore dal punto di vista storico e artistico è uno dei monumenti più importanti della città. Adiacente alla chiesa sorge il convento i cui locali sono diventati sede del Museo dell'Opera di San Lorenzo Maggiore. Tra le bellezze del museo c'è il chiostro monumentale, tra le più importanti testimonianze settecentesche, poi la Sala Capitolare e quella Sisto V che conservano intatto l'aspetto originario. Inoltre sono esposte testimonianze storiche del convento datate tra il 700 e l'800, quali pitture, abiti e arredi. L'area sottostante al complesso ospita scavi archeologici risalenti fin dal periodo greco.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Basilica di San Lorenzo Maggiore di Napoli.

  3. Cappella Sansevero e Cristo Velato

    Proseguendo per Via dei Tribunali fino a Piazza Luigi Miraglia, per poi svoltare a destra in Vico San Domenico Maggiore per un totale di circa 400 m, ci imbattiamo nella Cappella Sansevero o Chiesa di Santa Maria delle Pietà o Pietatella: una chiesa oggi sconsacrata che rappresenta uno dei più importanti musei di Napoli in quanto ospita capolavori come la Pudicizia di Antonio Corradini, il Disinganno di Francesco Queirolo e il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino celebe in tutto il mondo per il suo velo marmoreo che ricopre il Cristo morto. Accanto al museo sorge il palazzo della famiglia San Severo o Palazzo di Sangro.

    vedere Quadrilatero della moda a Milano
    Cosa vedere a Napoli: il Cristo Velato nella Cappella Sansevero

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Cappella Sansevero a Napoli.

  4. Spaccanapoli

    Il decumano inferiore o Spaccanapoli è la più importante arteria viaria del centro storico di Napoli. Dista poche decine di metri a sud dalla Cappella di Sansevero, dove il Vico San Domenico Maggiore si affaccia sull'omonima piazza su cui sorge la celebre Chiesa di San Domenico Maggiore. Spaccanapoli prende il nome dallo spaccato quasi geometrico che la città assume dall'alto tra Forcella e i Quartieri Spagnoli. A partire da questi ultimi si susseguono per poco più di un chilometro: Via Guidecca Vecchia, Via Forcella, Via Vicaria Vecchia, Via San Biagio dei Librai, Via Benedetto Croce, Via Maddaloni e Via Pasquale Scura fino all'incrocio con Via Toledo.

    visitare Teatro alla Scala di Milano
    Cosa vedere a Napoli: Spaccanapoli

    Da Piazza San Domenico Maggiore che separa Via San Biagio dei Librai da Via Benedetto Croce, ci incamminiamo lungo quest'ultima e poi lungo Via Pasquale Scura fino all'angolo con Via Toledo, respirando l'arte, la cultura. la storia e la tradizione che queste strade riescono a trasmettere ammirando lungo la via patrimoni come il Monastero di Santa Chiara, la Piazza del Gesù Nuovo ove sorge l'omonima importante chiesa.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Spaccanapoli a Napoli.

  5. Pedamentina di San Martino

    La Pedamentina è una scalinata di 414 gradini che porta alla Certosa di San Martino e Catel Sant'Elmo a circa 250 metri sul livello del mare. Se salire e scendere fosse troppo gravoso o per mancanza di tempo, è possibile girare a sinistra lungo Via Toledo per riprendere dal punto 7 dell'itinerario, altrimenti continuare dritto lungo Via Pasquale Scura, al fondo svoltare a destra verso Via Santa Lucia a Monte, poi Vico Trinità delle Monache per sbucare infine su Corso Vittorio Emanuele da cui parte la salita della Pedementina di San Martino.

    vedere Pinacoteca di Brera a Milano
    Cosa vedere a Napoli: Pedamentina di San Martino

    La scalinata risalente al XIV secolo in passato rappresentava un baluardo insuperabile per chi voleva assediare Castel Sant'Elmo, mentre oggi è un'importante testimonianza storica, urbanistica e paesaggistica in quanto costeggia gli orti e i giardini della vicina Certosa di San Martino e offre panorami suggestivi sulla città e sulla baia di Napoli.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino alla Pedamentina di San Martino a Napoli.

  6. Certosa di San Martino e Castel Sant’Elmo

    La Pedamentina porta sulla collina del Vomero su cui dominano la Certosa di San Martino e Castel Sant'Elmo. La Certosa di San Martino rappresenta uno dei maggiori complessi monumentali religiosi di Napoli e allo stesso tempo uno dei maggiori esempi di architettura e arte barocca e di pittura partenopea del '600. Dal 1866, all'indomani dell'unità d'Italia, è anche sede del Museo nazionale di San Martino, nato per raccontare la storia artistica e culturale del capoluogo campano.

    visitare Castello Sforzesco di Milano
    Cosa vedere a Napoli: Certosa di San Martino e Castel dell'Elmo

    Davanti alla certosa si erge Castel Sant'Elmo: antico e possente castello medievale che grazie alla sua posizione strategica dominante sulla città è sempre stata  una fortezza molto ambita dai potenti. Oggi la struttura è sede di fiere, mostre e manifestazioni temporanee e del museo permanente: Napoli Novecento che espone sculture, pitture ed altre opere di artisti napoletani o legati alla città, datate tra il 1910 e il 1980.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Certosa di San Martino di Napoli.

  7. Castel Nuovo (Maschio Angioino)

    Il Castel Nuovo o Maschio Angioino è uno storico castello medievale e rinascimentale, tra i maggiori simboli della città di Napoli. Sorge a pochi passi dal mare, in Via Vittorio Emanuele III, a circa 1.500 metri da Largo San Martino e a poco più di 1.000 dalla Spaccanapoli.

    vedere Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Milano
    Cosa vedere a Napoli: Maschio Angioino

    Dalla colline del Vomero, ripercorrere a ritroso la Pedamentina fino a Corso Vittorio Emanuele, poi Vico Trinità delle Monache, Via Santa Lucia a Monte fino a ritornare all'imbocco di Via Pasquale Scura. Da qui prendere Via Francesco Girardi fino alla fine, quindi proseguire a sinistra per Via Concezione a Monte Calvario fino ad incrociare e svoltare a destra di Via Toledo, poi a sinistra in Via San Giacomo che sbuca nei pressi del porto in Piazza del Municipio dove è possibile ammirare a sud il Maschio Angioino, a nord il Palazzo della Banca d'Italia, il Teatro Mercadante e Palazzo San Giacomo sede del comune che ingloba in esso la basilica di San Giacomo degli Spagnoli e ad est l'edificio della stazione marittima.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Maschio Angioino di Napoli.

  8. Piazza del Plebiscito, Palazzo Reale e Teatro San Carlo

    Percorrendo Via Vittorio Emanuele III davanti al Maschio Angioino e poi Via San Carlo, in pochi minuti, si passa prima davanti al Teatro San Carlo, in seguito in Piazza del Plebiscito. Il Teatro San Carlo è un teatro lirico, tra i più famosi e antichi al mondo e tra i più capienti del paese.

    visitare Basilica di Sant'Ambrogio a Milano
    Cosa vedere a Napoli: Piazza del Plebiscito

    Piazza del Plebiscito con i suoi 25.000 mq è una delle più grandi piazze d'Italia e d'Europa, per questo la più attrezzata ad ospitare le più importanti manifestazioni. La piazza è distinta in 2 parti: la prima dominata dalla Basilica reale pontificia di San Francesco di Paola, caratterizzata da una forma semicircolare al cui interno si ergono le 2 statue equestri dedicate a Ferdinando I e Carlo III, la seconda a pianta rettangolare con i lati più corti occupati dai palazzi gemelli noti come Palazzo della Prefettura e Palazzo Salerno e quello più lungo dominato da Palazzo Reale, attualmente museo che conta oltre 150.000 visitatori annui.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Piazza del Plebiscito di Napoli.

  9. Galleria Borbonica

    A pochi passi da Piazza del Plebiscito, in Vico del Grottone 4, all'angolo di Via Gennaro Serra, c'è l'accesso alla Galleria Borbonica, indubbiamente il più suggestivo percorso della Napoli Sotterranea e vanto dell'ingegneria civile borbonica nel sottosuolo. All'interno della galleria sono stati rinvenuti e sono visitabili numerose auto e moto risalenti agli anni '40, statue e residuati della Seconda Guerra Mondiale

    vedere Colonne di San Lorenzo a Milano
    Cosa vedere a Napoli: Galleria Borbonica

    Le visite in condizioni di estrema sicurezza avvengono seguendo 4 itinerari predefiniti che vanno incontro alle esigenze di ogni visitatore: percorso standard, percorso avventura, percorso speleo e le vie delle memorie.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Galleria Borbonica a Napoli.

  10. Castel dell’Ovo e lungomare Partenope

    Castel dell'Ovo è la più antica fortezza della città, sorge davanti a Via Partenope ed è uno degli elementi più rappresentativi del celebre panorama del golfo di Napoli. Dista circa 900 m da Piazza del Plebiscito e dalla Galleria Borbonica.

    visitare Navigli a Milano
    Cosa vedere a Napoli: Castel dell'Ovo

    Da Via Gennaro Serra imboccare Via Nuova Pizzofalcone, proseguire a sinistra per un breve tratto lungo Via Solitaria, poi a destra per Via Pallonetto Santa Lucia, nuovamente a destra lungo Via Santa Lucia fino a Via Partenope che rappresenta insieme al prolungamento Via Caracciolo il lungomare di Napoli, sicuramente tra le più belle passeggiate del paese.

    Prima di partire controllare dove dormire vicino a Castel dell'Ovo a Napoli.

 
cerca bed and breakfast, agriturismi, affittacamere, hotel, case vacanza su bedandbreakfast.placebedandbreakfast.place, il posto dei B&B in Italia
I cookie permettono di offrire un servizio migliore, utilizzando il sito accetti l'uso di cookie anche di terze parti. Dettagli